Ultima modifica: 10 Giugno 2020

Ultimo giorno di scuola

Saluto del dirigente

Cari ragazze e ragazzi,

eccoci giunti all’ultimo giorno di lezione di questo anno scolastico molto particolare.

Non avrei mai immaginato che avremmo chiuso l’anno senza un minimo contatto, senza portare a termine in presenza quanto era stato programmato e, in alcuni casi, anche avviato. Ma la realtà ha fatto irruzione in modo imprevedibile nella nostra vita e ci ha imposto un cambiamento che mai avremmo immaginato: rimanere chiusi in casa per limitare al massimo le possibilità del contagio.

Sono fiero di voi! Avete dimostrato di saper essere responsabili e coraggiosi, pronti a reagire alle avversità della vita, disponibili ad immergervi in un nuovo modo di fare scuola, pur di continuare a mantenere un contatto con i vostri amati compagni e i vostri cari insegnanti. Di certo, non sono mancati i momenti di difficoltà, ma anche quelli sono stati affrontati con determinazione e grinta, con la voglia di andare avanti e continuare ad imparare dalla scuola e dalla vita lezioni che, sicuramente, lasceranno il segno in ognuno di voi.

Alcuni di voi cambieranno percorso di studi e non saranno più alla Giordani, alla De Sanctis o nelle scuole dell’infanzia. A voi voglio dedicare questa poesia di Alda Merini che ci invita ad amare i libri e a “camminare” sui poeti per vedere più in profondità la sacralità di tutta la realtà:

“A tutti i giovani raccomando:
aprite i libri con religione,
non guardateli superficialmente,
perché in essi è racchiuso
il coraggio dei nostri padri.
E richiudeteli con dignità
quando dovete occuparvi di altre cose.
Ma soprattutto amate i poeti.
Essi hanno vangato per voi la terra
per tanti anni, non per costruirvi tombe,
o simulacri, ma altari.
Pensate che potete camminare su di noi
come su dei grandi tappeti
e volare oltre questa triste realtà
quotidiana”.

Sono grato ai vostri docenti che vi hanno accompagnato in questo periodo: si sono attivati come non mai, imparando anche nuove modalità per continuare a distanza il dialogo educativo e formativo con tutti voi. Non era facile, non è stato facile, ma la passione per il lavoro ha colmato in parte o in tutto le difficoltà tecniche e con cura e dedizione i vostri insegnanti vi hanno guidati lungo il vostro cammino di crescita personale e culturale, anche in questo periodo così delicato, lasciandosi condurre da quelle emozioni positive che con calore hanno saputo avvolgere grandi e piccini in un abbraccio confortevole e rassicurante.    

Grazie ai vostri genitori che con pazienza, attenzione e anche fatica, in alcuni momenti, hanno saputo seguirvi nelle attività della didattica a distanza, collaborando con fiducia con i docenti e sostenendo la scuola in un momento particolare in cui è stato fondamentale ancora di più l’aiuto reciproco in vista di un obiettivo comune: il benessere di voi ragazzi.

Grazie al direttore amministrativo, al personale amministrativo e ai collaboratori scolastici che non hanno mai fatto mancare il loro apporto professionale e competente anche a distanza o in tutte le circostanze nelle quali sono stati chiamati ad essere presenti per aiutare l’Istituto a rispondere alle vostre esigenze.

In ultimo voglio salutare chi rimane… non sarò più con voi il prossimo anno!.

Credo di meritare un po’ di riposo dopo tanti anni di servizio appassionato alla scuola, avendo avuto sempre a cuore il bene degli alunni e del personale con cui in questi anni ho condiviso la fatica gratificante della dirigenza.

Grazie a tutti!

                                                                                                       Lorenzo Vitulano




I cookie ci aiutano a migliorare il sito. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Ulteriori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi